gossip

Attimi di paura per Fabrizio Corona

Se l’è vista davvero brutta l’ex Re dei paparazzi la notte scorsa nella periferia Milanese. Corona si era recato li come inviato dell’Arena di Massimo Giletti per preparare un servizio giornalistico su una delle piazze dello spaccio più attive d’Italia.

L’aggressione nella piazza dello spaccio

Secondo quanto lui stesso ha riferito, una ventina di pusher lo avrebbero aggredito a suon di calci e pugni. Lui stesso sulle sue Instagram Stories pubblica un video in cui si trova su un’ambulanza.

Poche ore prima lo stesso ex paparazzo avrebbe intervistato alcuni pusher e poi qualcuno riconoscendolo ha iniziato as cagliarsi contro di lui. Corona racconta così quella serata da incubo: “Stasera mi sono recato nel Bosco della droga di Rogoredo, patria nazionale dello spaccio Italiano dove anche la polizia si rifiuta di entrare” ha scritto pubblicando una foto in ambulanza, coperto con un telo termico e segnalando l’ora: 22:47. “Mentre le uniche inchieste sono state fatte di giorno da giornalisti accompagnati da polizia di scorta a circondare la zona, io mi sono recato lì da solo con un operatore e un fonico per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia e la povera gente che vede uno Stato inerme e una polizia disinteressata” prosegue il fotografo su Instagram. Poco dopo ha pubblicato, sempre su Instagram, un video dall’ambulanza con il commento: “La mia folle vita non smette mai di stupirmi“.

Il profilo Instagram di Fabrizio Corona

La polizia da una versione differente

I carabinieri  hanno ricevuto una chiamata da Corona intorno alle 22,30 e lo hanno trovato a torso nudo che correva spaventato.I militari però non avrebbero comunque riscontrato segni di colluttazione, se non qualche graffio, e Corona non ha al momento sporto denuncia. L’ambulanza del 118 giunta sul posto lo ha medicato senza portarlo in ospedale, pare infatti che perché lui stesso avrebbe rifiutato le cure.

Ricordiamo che Corona ha l’obbligo di rientrare a casa per le ore 23. Decisione che è stata pochi giorni fa riconfermata dal Tribunale della Sorveglianza di Milano nell’ambito dell’affidamento terapeutico cui è sottoposto da quando è uscito dal carcere.

Corona visitato in ambulanza

Comment here