Tech

Attenzione a condividere i dati in rete: in pericolo la nostra privacy

L’attenzione alla nostra privacy non è mai troppa, soprattutto quando si tratta di rischiare che vengano rubati i nostri dati personali e in rete è molto più facile di quanto crediate. Con la crescita esponenziale dei social network e di tutti dispositivi mobile connessi a Internet, u pericoli per la tutela della privacy e di conseguenza dei nostri dati è sempre molto alto.

Le aziende raccolgono dati e ne traggono altissimo profitto, per questo quando si naviga su Internet bisogna sempre stare all’erta soprattutto per quando riguarda le informazioni che si condividono in rete.

WhatsApp e Facebook minano la nostra sicurezza

Queste due piattaforme sono orami diffuse e hanno milioni di utenti iscritti, sono entrate a far parte della vita quotidiana di tutti noi. Ma spesso gesti consueti minano la nostra sicurezza e la protezione dei nostri dati personali.

Se per esempio avete provato a vendere qualcosa si sia trattato di un’auto, di un capo di abbigliamento on line, avrete sicuramente sentito l’esigenza o per necessità o per scelta di inserire il vostro numero di telefono. Si potrebbero citare tantissimi altri esempi in cui il numero viene reso pubblico e Whatsapp e Facebook sono il braccio armato che mina la nostra privacy.

Per esempio, prima chiunque avesse un’inscrizione a Facebook poteva inserire un numero di telefono nella barra di ricerca, anche se i settaggi della privacy lo mantenevano nascosto e accedere ai dati dello sconosciuto di turno.

Per fortuna oggi questa pratica non è più possibile grazie agli update della piattaforma. Rimane però un pericolo simile su Whatsapp. Per esempio non tutti sanno che inserendo nel nostro profilo la propria foto visibile solo a parenti o familiari e non visibile a tutti, si evitano molti spiacevoli inconvenienti.

Un altro strumento che quotidianamente mina la nostra privacy sono senza dubbio le chat di gruppo di Whatsapp, strumenti utilissimi per la vita lavorativa, famigliare o scolastica ma altrettanto pericolosi e invadenti per la nostra privacy. nelle cosiddette chat a perte infatti, si mettono in contatto molte persone diverse, spesso tra loro sconosciute e ancora una volta Whatsapp non si è posto la questione della riservatezza.

Comment here