News

13 ristoranti che diventeranno famosi nel 2019

Per gli appassionati di cucina gourmet e soprattutto dell’innovazione a tavola, un itinerario gastronomico sempre con un’occhio alla modernità e al rispetto delle tradizioni delle nostre regioni, così diverse tra di loro per tradizione, posizione geografica e cultura. Questi ristoranti non sono ancora conosciuti ai più ma siamo certi che nel 2019 faranno davvero il botto.

Benvenuti al Nord

Unforgettable, Torino

Il ristorante di Christian Mandura rappresenta “le aperture più attese del 2019”. Un progetto prodigioso fatto di grandi investimenti, grandi ambizioni, massima audacia. Spaccherà sicuramente!

Kido-Ism, Milano

Takashi Kido: il cuoco giapponese che aveva un bel locale nella città della Mole. Forse è più pronta Milano per la cucina fusion del capoluogo sabaudo?

 

Il Nebbia, Milano

Vi presentiamo la la novità milanese di fine 2018: i cuochi sono Federico Fiore e Mattia Grilli, il sommelier Marco Marone. Piatti importanti in un ambiente luminoso in contrasto con il nome, una sala decisamente accogliente. Successo assicurato!

 

Serica, Milano

Serica a Milano è una grande sorpresa: in cucina c’è Chang Liu, che propone piatti che rappresentano una commistione tra Italia e Cina, intrecciati come fili di seta. Ha aperto da pochissimo e precisamente a ottobre 2018 ed è di certo una delle grandi novità del 2019.

 

Sol Levante, Milano

Un sushi bar decisamente in ascesa è quello del ristorante di Masashi Suzuki, zona Porta Venezia. Pochi tavoli e qualche sgabello, il servizio efficiente di Hemmi Hikari e un sushi semplicemente perfetto. Il locale ha tre anni, ma siamo certi che nel 2019 farà il botto.

 

Antica Osteria Il Ronchettino, Milano

L’artista qui è Federico Sisti definita il cuoco-surfista che presenta un locale con sala elegante, piatti dai sapori classici con qualcosa in più. Sicuramente è prevista un’ascesa velocissima.

 

A spurcacciun-a, Savona

Il nome potrebbe trarre in inganno, è il ristorante più elegante della zona e si trova dentro il Mare Hotel. Negli anni è diventato una tappa obbligata per grandi ricevimenti come matrimoni o comunioni ma è riuscito ad affermarsi anche come meta anche per i gourmet più attenti. Spazia tra la degustazione alla serata crudi di pesce, dai meeting di lavoro agli incontri romantici. La location la dice tutta: la spiaggia e il mare.

 

Osteria Acquarol, Appiano, Bolzano

Alessandro Bellingeri inaugura la nuova sede del suo ristorante ad Appiano, nel settembre 2018. Il locale si distingue per la sua grande essenzialità, i coperti sono solo 35, massima attenzione nei piatti che esaltano i prodotti locali scelti con cura. Le aspettative sono late e di sicuro non verranno deluse!

La Madia, Brione, Brescia

L’aspetto è quello di una trattoria, tavoli, sedie e pavimento sono in effetti quelli di una trattoria. Ma una trattoria come si deve però. Ai fornelli troviamo Michele Valotti, considerata una delle migliori soste del bresciano. Da provare sicuramente, inoltre con un menu da 35 euro!

Veniamo al centro

Retroscena, Porto San Giorgio, Fermo

Le Marche stanno diventando la regione più golosa d’Italia. Perchè chi scommette vince.Questo il caso di Pierpaolo Ferracuti, in cucina, mentre la moglie Audrey Croccel, in sala. Insieme nella primavera del 2018 hanno aperto il Retroscena vicino al teatro di Porto San Giorgio. A vista sembra un bistrot ma la cucina è solida, da ristorante di grande livello.

Zia Restaurant, Roma

Antonio Ziantoni è uno chef che non ha certo paura di sgobbare: lui sta sempre chiuso nella sua cucina al piano interrato. I risultati raggiunti sono palpabili, un locale elegante, servizio con il buon umore. I suoi piatti sono belli, precisi e buoni. Il nome è l’abbreviazione del cognome dello chef appunto Ziantoni. I prezzo sono sotto controllo.

 

Arrivati al Sud

Ristorante George, Napoli

Una vista mozzafiato: tutto il golfo lì che ti guarda. Davanti dalla terrazza all’ultimo piano del Grand Hotel Parker’s. Lo chef è Domenico Candela dopo una bella esperienza maturata in Francia, Poi tornato in Italia si mette in gioco con una delle tradizioni gastronomicche più importanti, quella partenopea.I piatti hanno nomi altisonanti come “La venere del Botticelli” o “Miseria e nobiltà”. Un posto che farà di sicuro parlare di se.

3 Rane Ristoro, Lecce

Maurizio Raselli è lo chef di origini alessandrine che ha deciso di aprire nel 2018 il suo ristorante a Lecce. Il suo maestro è stato lo chef, ora giudice di Masterchef Locatelli. Il suo locale è piccolo, essenziale, tutto bianco, piatti nitidi.Una cucina gourmet a prezzi accessibili , 5 piatti a 40 euro ci sembra del resto un ottimo compromesso.

 

Comment here