News

Insalate in busta: ecco cosa contengono veramente

Secondo una ricerca dell’Università di Torino, le insalate in busta sono un ricettacolo di germi e batteri. Queste insalate tagliate e confezionate in busta non vanno per niente d’accordo con l’ambiente, prima di tutto perché sono imballate in buste di plastica ed inoltre si deteriorano facilmente, spesso molto prima della data di scadenza indicata sul prodotto.

Cosa contengono le insalate in busta

Essendo infatti senza conservanti, la freschezza del prodotto è garantita sia dalla busta stessa che dalle basse temperature in cui il prodotto è conservato. Il vero problema però è che il tempo che passa dal confezionamento al consumo effettivo, possono passare anche parecchi giorni.

La rivista on line Notizie benessere spiega come avviene il processo di confezionamento del prodotto fino alla vendita nei supermercati :”Durante tutto il percorso dal confezionamento alla vendita nei supermercati, l’insalata dovrebbe essere sempre conservata ad una temperatura costante e al di sotto degli 8°. Una condizione non sempre facile, visto che i banchi refrigerati dei supermercati non hanno una temperatura uniforme, come i frigoriferi domestici“.

Il consiglio eco friendly

Sempre secondo lo studio effettuato, le insalate in busta prima del confezionamento, vengono lavate in vasche d’acqua a risciacquo continuo, purtroppo però non basta ad eliminare tutti i batteri presenti. Inoltre ad ogni minimo innalzamento di temperatura, i microorganismi proliferano e si moltiplicano a dismisura. Il campanello d’allarme a cui dobbiamo fare attenzione è l’aspetto della busta, se la vediamo rigonfia, vuol dire che sono proliferati i batteri ed è assolutamente sconsigliato consumarne il prodotto all’interno.

Utile sapere che non tutti i microorganismi contenuti nelle insalate in busta sono dannosi per l’organismo. Ad esempio il Toxoplasma gondii, responsabile dell’insorgere della toxoplasmosi è particolarmente pericoloso per le donne in gravidanza.

Consigliamo di lavare accuratamente le insalate contenute nelle buste, aggiungendo un cucchiaio di bicarbonato. Se proprio vogliamo essere ecologici e rispettare l’ambiente, scegliamo prodotti a km 0 e prepariamola noi la nostra insalata, sarà sicuramente più gustosa, sana e faremo un grande servizio anche all’ambiente non utilizzando buste di plastica.

Comment here