News

Juve, Inter e Milan rischiano grosso questa volta

Si è aperta una vera e propria inchiesta partita dal sito Calciomercato.com e l’indagine è stata seguita con tanto di articoli dal giornalista Pippo Russo. La delicata questione trattata è quella delle plusvalenze fittizie che sta mettendo in guai seri le più importanti società calcistiche.

Un sistema purtroppo spesso usato

Il sistema delle plusvalenze fittizie è da parecchi anni un sistema utilizzato dai club per coprire i buchi di bilancio che metterebbero altrimenti in pericolo le sorti delle società stesse. Ma la bomba adesso sta per esplodere e il presidente della Figc, Gabriele Gravina in diretta alla Domenica sportiva il 10 marzo ha lanciato l’allarme in maniera molto chiara:”È nostro compito attenzionare plusvalenze e scambi sospetti. Tutti gli scambi senza finanza vanno segnalati alla Procura e segnaleremo alle società di revisione se alcuni elementi danno sospetti, facendoli intervenire. E obbligheranno una svalutazione della plusvalenza fittizia“.

Come funziona questo sistema

In pratica le società mettono a bilancio cifre che in realtà non hanno ancora incassato. Per farvi esempi concreti, in effetti nella stagione 2016/17, le società di Serie A hanno incassato 2,6 miliardi di eurospendendone però 3,3 miliardi. Per poter coprire le perdite da 711 milioni, le plusvalenze hanno coperto: ben 749 milioni, per arrivare così ad un saldo finale di bilancio che fosse positivo di 38 milioni. I bilanci a rischio sono quelli delle maggiori società calcistiche, Juve, Inter e Milan rischiano grosso.

Persino il Fatto quotidiano si interessa della questione ed è proprio il giornale a riportare questi dati. Sembra infatti che l’Inter abbia 668 milioni di debiti, il Milan 537 milioni, la Juventus 384 milioni. Quest’ultima vince la gara delle plusvalenze: la scorsa estate ne ha inserite a bilancio ben 43,7 milioni, solo a gennaio 36,7, per un totale di oltre 80 milioni.

Uno dei casi più eclatanti e delle operazioni più discusse sono il caso di Audero alla Sampdoria che ha fatto registrare una plusvalenza di 18,9 milioni, il ritorno di Sturaro al Genoa 13,6. Curioso anche il caso Tello, la scorsa estate la Juve lo cedette a il colombiano al Benevento per 2,5 milioni di euro, mantenendo però il diritto di recompra per otto milioni,. Poi però a gennaio, la Juve comunica di aver rinunciato a questa opzione e mette a bilancio l’ennesima plusvalenza, da 1,89 milioni. Il caso ha fatto scaturire una controversia regolamentare  tra la Lega Serie A, Figc e la stessa Juve che ha dovuto produrre uno scritto per spiegare la situazione molto delicata.

Audero

Comment here