gossip

Parla la mamma di Fabrizio Corona:”Mio figlio era normale. Un incontro lo ha rovinato”

La mamma di Fabrizio Corona a Non è l’Arena condotto da Massimo Giletti, decide finalmente di parlare del figlio ed esprime il suo pensiero. Appena ritornato in carcere per aver violato l’ordine restrittivo che gli era stato imposto dal tribunale di Milano, Fabrizio Corona si trova a dover affrontare di nuovo i suoi demoni in carcere e il Tribunale di Milano sta valutando se dargli un’altra possibilità o no.

Lo sfogo della madre in diretta Tv

La signora Corona, all’anagrafe Gabriella Previtera, giornalista e vedova del giornalista Vittorio Corona, non usa mezzi termini parlando del figlio. Esordisce in trasmissione da Giletti dicendo che il figlio fino a 20 anni era un ragazzo normale , poi ha fatto degli incontri sbagliati e da li è scivolato nel tunnel. La madre si apre al pubblico, raccontando anche dei particolari intimi della sua vita e di quella del figlio. Spiega infatti che nel tempo il loro rapporto si è rovinato, lei come madre gli è naturalmente sempre stata accanto ma adesso lui l’ha allontanata. queste le dichiarazioni della signora Corona in merito:”Prima c’era un grandissimo amore e stima reciproca… Poi ultimamente si è allontanato da me perché io rappresento per lui la sua coscienza, tutto quello che lui era, che io desideravo che fosse“.

La madre di Corona ribadisce che il figlio era un ragazzo normale, ma incontri sbagliati e la passione per il Dio denaro, gli hanno rovinato la vita. Lui si è costruito ormai un personaggio, aggiunge la madre, un personaggio che vive sempre al limite della legalità e che non rispetta le regole, sarà molto difficile per lui abbandonare quel personaggio che ormai si è costruito da anni, ribadisce la madre.

Corona è consapevole di aver esagerato

La signora Corona racconta di essersi accorta, andando a trovare il figlio in carcere, questa ultima volta che lui si è accorto di avere davvero esagerato questa volta ed è diventato letteralmente “carnefice di se stesso”. Adesso spetta al Tribunale di Milano valutare ancora un’altra volta i suoi comportamenti e decidere il da farsi. Una cosa è certa aggiunge la madre:”Lui deve essere curato, sono anni che lo dico. Non si rende conto che certi comportamenti lo portano in carcere.”

 

Comment here