HomeNews

Quarantena e Famiglia: come tenere occupati i bambini e quali attività fare

Purtroppo per la nostra società, stiamo vivendo giorni non facili a causa di limitazioni che hanno scombussolato in tutto e per tutto la nostra routine di vita così come l’abbiamo sempre conosciuta: infatti, ormai andare a fare la spesa e sbrigare le più banali commissioni è diventato una questione che richiede una certa attenzione. Molte famiglie hanno riscoperto che la vita all’interno delle mure domestiche può riservare sorprese e ritmi di vita per molto tempo rimasti sconosciuti.

Senza parlare del lavoro, per chi può permettersi l’ormai famoso smart working, che si svolge in modalità che neppure immaginavamo: ossia in spazi consociuti ma al tempo stesso non adibiti ad essere una postazione di lavoro, con tutti i problemi del caso e chi invece rimane tutto il giorno a stretto contatto con la quotidianità domestica. Inutile girarci intorno, la più pressante preoccupazione sono i nostri figli, talmente inseriti nella nostra vita ma poco considerati nella routine lavorativa e giornaliera di ognuno di noi.

Ma proprio su questo versante è importante ricordare come  in questa fase sia assai importante coinvolgere i bambini e i ragazzini (che vanno dai 5 agli 11 anni) anche con alcune attività fisiche da svolgere insieme a casa. Così da vincere la noia e migliorare le condizioni di salute fisica e psichica. Non è infatti mistero che l’esercizio fisico possa divertire e contribuire a migliorare l’umore e a tranquillizzarsi. E la serenità, proprio di questi tempi difficili, è un bene prezioso per tutti.

Una piccola lista di comportamenti e attitudini da prendere in considerazione possono essere:

Dire la verità con un atteggiamento positivo e costruttivo: dire la verità non significa instillare ansia o paura, ma spiegare, anche ai più piccoli, come stanno le cose, perché dobbiamo stare a casa e quali regole seguire. In proposito esistono video molto carini e adatti a tutte le età che possono essere di aiuto. Se ne comprendono il motivo saranno più collaborativi. C’è chi sta disegnando un grande arcobaleno da appendere con suscritto “Tutto andrà bene!”.

Cogliere la forzata “reclusione” come un’opportunità di recuperare spazi per le relazioni familiari. Siamo costretti a fermarci? Godiamoci i figli, coccoliamoli, parliamo con loro, giochiamo e facciamo tutto ciò che è possibile insieme.

I pasti sono un momento di incontro da riscoprire: che bello condividere una chiacchiera mangiando! Pranzo e cena ma anche colazione (quest’ultima è spesso sacrificata dai frenetici tempi prima di scappare a lavoro e a scuola).

Invece per quanto rigaurda vere e proprie attività e idee, ecco qualche esempio:

ATTIVITÀ E GIOCHI PER FASCIA DI ETÀ 5-7 ANNI

Il vademecum realizzato da Epicentro per l’Iss regala alcuni spunti. Eccone l’elenco di alcuni giochi già noti con i loro nomi più classici (ma non è detto che siano conosciuti con questa denominazione da bambini e adulti)

Trova la forma: utilizzare il nastro adesivo per creare delle forme (come cerchi o quadrati) lettere o numeri sul pavimento. Quindi, si chiede al bambino di posizionarsi sulla forma preferita. In seguito, si possono dare istruzioni per raggiungere le altre forme: per esempio, strisciare come un serpente verso la lettera B.

Lettere musicali: si tratta di una variante del gioco precedente e consiste nel mettere una musica ritmata per ballare. Fermare la musica e dire una delle lettere, forme o numeri. Il bambino deve trovare la lettera, forma o numero indicata e sedersi su di essa.

Vola palloncino: dopo aver gonfiato un palloncino, colpirlo con l’obiettivo di non farlo cadere sul pavimento.

Percorso a ostacoli: creare un percorso ad ostacoli divertente (non pericoloso!) che includa diversi movimenti: saltare, strisciare, camminare su una linea con un piede, andare a zig zag e così via

Basket: creare un canestro casalingo e giocare con una palla morbida. Per rendere più avvincente il gioco stabilire un tempo in cui fare più canestri possibili.

Carriola: prendere le caviglie del bambino, sollevare le gambe e farlo camminare sulle mani.

ATTIVITÀ E GIOCI PER FASCIA DI ETÀ 8-11 ANNI

Vaso dei divertimenti: creare dei bigliettini scrivendo su ognuno azioni e movimenti divertenti: far finta di essere in una rock-band per qualche minuto, spingere il muro per 30 secondi. Riporli in un contenitore. Ognuno pesca un biglietto e fa il movimento indicato

Festa da ballo: mettere una musica allegra, che dia energia e carica e si aprono e danze

Freeze dance: una variante del gioco precedente, consiste nel fermare la musica. Tutti devono immediatamente immobilizzarsi. Se qualcuno si muove ha perso

Salto in lungo: tracciare 5-10 linee con del nastro adesivo, ciascuna a circa 20 cm di distanza, su un tappeto. Partendo dalla prima, saltare per vedere quante linee vengono superate.

ATTIVITÀ PER OGNI ETÀ

Il movimento libero, come ballo, salti, capriole, stretching; la musica per favorire il movimento e la coordinazione e stimolare anche l’apprendimento; il disegno, la pittura e la manipolazione con paste modellabili per stimolare la creatività; la lettura comune ad alta voce e poi autonoma per stimolare il linguaggio, l’apprendimento e l’interazione; lo svolgimento di semplici lavori domestici, come: spolverare, apparecchiare la tavola, aiutare a rifare il letto

Ecco allora modi diversi per riscoprire quei bei valori di famiglia che molte volte abbiamo desiderato e che ora, seppur in una triste cornice, possiamo cogliere e sfruttare.

Comment here